mercoledì 19 dicembre 2012

Quando si dice la soddisfazione! Cose da fare in un'ora scarsa senza pupa :)

Ebbene, per chi se lo stesse chiedendo, la prova generale del concerto natalizio della PiccolaPeste, quella dedicata ai nonni, è andata alla grande! Nonno Mattia ha riferito che la Peste ha, nell'ordine:
1. salutato il pubblico ad ogni cambio di canzone o applauso come un'attrice compassata
2. tolto la vita al povero Zulio (Giulio, il suo amico del cuore...) per tutto il concerto cercando di prenderlo per mano e spintonandolo (spero nel tentativo di tenerlo sveglio, si sa che Giulio è un gran dormiglione :))
3. cantato, cantato, cantato, tanto che la sua vocina si riconosceva in mezzo a quelle di tutti gli altri e la cosa non mi stupisce per niente dato che a casa fa esattamente la stessa cosa...
Detto ciò. Alle ore 17:20 di ieri ci siamo trovati io e il Prof, senza PiccolaPeste, con i negozi a disposizione, semi vuoti (perchè il concerto di natale tra nonni e zii riempie tutto il teatro) ed un'unica idea in testa: finire i regali di Natale IN PACE!!!!!!!! E ce l'abbiamo fatta :)
Non potete capire che soddisfazione!!! Credo sia il primo Natale da quando c'è Caterina che non mi ritrovo a girare come una scema il giorno della vigilia spuntando nomi da un foglietto, per poi ritrovarmi a fare delle figure di m...a con chi, con amore, ha pensato a mia figlia mentre io non trovando il regalo adatto ho dato la colpa a BabboNatale, la Befana e internet e mi sono presentata dopo 10 giorni, col regalo giusto eh, ma sempre dopo 10 giorni!
Il fatto è che io sono una purista del regalo e il regalo tanto per fare o fatto di fretta a me non piace, mettiamoci poi che a Natale faccio regali solo ai bambini e che ogni regalo dev'essere adatto a chi lo riceverà e possibilmente dev'essere quello richiesto e desiderato che... insomma, l'impresa è ardua credete a me. E invece ieri è filato tutto liscio, soddisfazione!
Adesso ho un sacco di pacchetti che come una piccola BabbA Natale consegnerò nei prossimi giorni ai genitori dei piccoli sperando che la mattina di Natale un po' di sbrilluccichìo di occhi vada anche ai miei regalini :)
E adesso ho un quesito un po' strambo ma fondamentale, qui da noi c'è il servizio babbo natale a domicilio, tu telefoni, porti i regali e un tizio vestito da babbo natale te li porta a casa la mattina di natale, detto ciò, fino a qualche giorno fa mi sembrava una buona idea telefonare per farlo venire anche perchè la PetitPeste aha deciso di dare il ciuccio a babbo natale e quindi magari vedendolo di persona è più facile, ma poi... poi sono stata assalita da dubbi di natura "romantica" diciamo così, del tipo: e se sgama che è finto? Tipo vuole vedere mentre si allontana con la slitta e questo c'ha la panda posteggiata sotto casa? Oppure se si impaurisce e allora il ciuccio col cacchio che glielo da oppure glielo da perchè intimorita e poi lo rivuole e giù pianti?
Non è forse meglio la versione romantica dove lei lega il ciuccio all'albero e babbo Natale la notte prende il ciuccio e lascia il dono?

2 commenti:

  1. Meglio la versione romantica. Si va tutti a ninna la sera del 24 e la mattina del giorno dopo, puff!!!! tanti pacchetti colorati sotto l'albero!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uhm, mi sa che anche io voto questa :)

      Elimina

Lascia un commento...